Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

ALLIEVI B – “Banda Orsi” sconfitta sul campo ma non nell’orgoglio!!

   

 

BELMONTE A. G. – ATLETICA CASTELLO 1 – 0

BELMONTE A. G.: Decani, Franci, Pratesi, Bonechi, Nardi, Peraldo, Bellatti, Igiuni, Tacconi, Modesti, Baecchi.

A DISPOSIZIONE: Bellini, Bonciani, Cecconi, Ciabatti, Corsini, Giudotti.

ALLENATORE: Leonardo Torrini.

ATLETICA CASTELLO: Fabiani, Manni, Cardinali, Deli, Sottoscritti, Carifi, Santi, Tarlini, Basilio, Magherini, Nudo.

A DISPOSIZIONE: Brinzaglia, Chiefa, Longhi, Giorgetti, Rindi.

ALLENATORE: Mario Orsi.

ARBITRO: Struzzola di Firenze.

RETE: 75′ Corsini.

Qualunque record, prima o poi, viene battuto. E’, questa, una delle tante leggi non scritte che rendono il mondo dello sport ancor più affascinante ed appassionante. Superare i propri limiti o un avversario che almeno sulla carta appare invincibile, ti proietta di diritto nella storia. Non è dunque un caso se, dalle parti di Grassina, questa settimana si festeggia l’impresa portata a termine dalla formazione Allievi B del Belmonte che grazie all’esperta guida del tecnico ex Antella ’99 Leonardo Torrini, è stata capace di togliere l’imbattibilità stagionale ad un grande Castello. Il risultato ottenuto dai biancorossi assume un’importanza capitale proprio in considerazione dell’eccellente prova offerta, anche sul sintetico di Ponte a Niccheri, dalla “Banda Orsi”. Anche se potrebbe sembrare paradossale a dirsi, nonostante la sconfitta getti un’ombra di comprensibile amarezza nello spogliatoio biancoverde, si respira odore d’orgoglio in tutto l’ambiente castellano. La sconfitta di stretta misura giunta a cinque minuti dal termine in occasione di una delle rare sortite offensive dei padroni di casa, infatti, brucia ancor di più ripensando al modo in cui il Castello ha gestito il match andato in scena sul terreno del “Pazzagli”. Nonostante le numerose assenze, fin dalle primissime battute di gioco sono i ragazzi di Mario Orsi a fare la partita. Il Castello spinge con decisione alla ricerca del vantaggio e nei primi venticinque minuti di gioco, lo schieramento a trazione offensiva disegnato dal tecnico castellano sembra poter dare buoni risultati. Gli ospiti, infatti, mettono sotto scacco la retroguardia biancoverde andando vicinissimi al vantaggio in almeno quattro circostanze. Ci provano Nudo, Santi e due volte Deli ma per un motivo o per l’altro, la palla proprio non vuol saperne di entrare in rete. In questa fase il predominio territoriale castellano è evidentissimo ed i ragazzi in campo non fanno sentire più di tanto la mancanza dei vari Bardazzi, Sicoli, Schiavone e Brinzaglia. Pur cercando di spezzare il ritmo degli avversari attraverso alcuni tentativi di ripartenza, soffre la formazione di Torrini che costantemente costretta sulla difensiva dall’asfissiante pressing avversario, rischia di crollare da un momento all’altro. Resiste, però, stoicamente il Belmonte che dopo aver concluso senza ammaccature la prima frazione di gara, sembra poter avere qualche spazio in più da sfruttare nella ripresa. Complice un pizzico di comprensibile stanchezza, infatti, il Castello è costretto ad abbassare leggermente il ritmo del proprio gioco. E’ in questa fase del match che mister Orsi si dimostra abilissimo nella gestione dei cambi. In attacco, un grintosissimo Rindi prende il posto dell’ottimo Basilio riuscendo ad entrare subito in partita ed andando in un paio di occasioni vicinissimo al gol. Miracoloso, in una di queste, risulta l’intervento di un difensore grassinese che opponendosi alla conclusione a botta sicura proposta dal numero quattordici biancoverde, salva al sua porta dalla capitolazione. Al 75′ giunge inattesa la beffa che fa esplodere di gioia i sostenitori biancorossi. Una buona manovra intessuta dal centrocampo grassinese fa viaggiare il neo entrato Corsini che grazie a una grande conclusione, supera Fabiani regalando al Belmonte la rete che vale i tre punti ed il proseguimento della marcia in vetta alla classifica a punteggio pieno. “Non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta”. E’ questo, nonostante il tremendo colpo da K. O. che son stati costretti ad incassare, il messaggio chiaro e forte lanciato dalla “Banda Orsi” alle dirette concorrenti. Il Castello è forte, competitivo ed in grado di giocarsi ad armi pari le proprie carte contro qualsiasi avversario.

 

(35)

Leave a Reply