Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

ALLIEVI B – E’ notte fonda per la “Banda Orsi”! Un Isolotto abbagliante conquista i tre punti!

  

 

ISOLOTTO – ATLETICA CASTELLO 9 – 0

 

ISOLOTTO: Bonacchi, Cecchi, Uccheddu, Scalabrella, Guidolin, Conti, Filipponi, Falahen, Djumsiti, Solvi, Tontoli.

A DISPOSIZIONE: Galli, Degl’Innocenti, Giangrande, Marini, Molinaro, Panchetti, Siena.

ALLENATORE: Stefano Burgalassi.

ATLETICA CASTELLO: Fabiani, Manni, Deli, Bardazzi, Sicoli, Sottoscritti, Schiavone, Santi, Carifi, Basilio, Nudo.

A DISPOSIZIONE: Brinzaglia Filippo, Chiefa, Brinzaglia Alessio, Canpolmi, Rindi, Cardinali, Longhi.

ALLENATORE: Mario Orsi.

ARBITRO: Andreoni di Firenze.

RETI: 6’ e 23’ Guidolin, 15’ e 41’ Djumsiti, 32’ e 43’Tontoli, 46’ Falahen, 64’ rigore e 70’ Molinaro.

ESPULSO: Carifi al 49’ per proteste.

 

Ha davvero un grande potere il sole che rende ancor più gradevole l’ultima domenica di marzo. Un sole che illumina la superba prova di forza offerta dall’Isolotto di Stefano Burgalassi e che scioglie come neve una “Banda Orsi” troppo brutta per essere vera. Sul terreno dell’ “Elio Boschi” è andato in scena un autentico monologo biancorosso certificato non solo dai nove centri realizzati ma anche da tutta una serie di altre occasioni che avrebbero potuto rendere ancor più pesante il passivo per un Castello che per l’ennesima volta ha dimostrato di soffrire moltissimo nel momento in cui si allontana dal fortino amico del “Pontormo”. Affronta, invece, con grande determinazione l’impegno la formazione di Burgalassi e Rossi che nonostante si trovi piuttosto lontana dalle posizioni che contano, non vuol sfigurare dinanzi al pubblico amico. Bastano pochi minuti di gioco per comprendere quanto possa esser duro il compito per i ragazzi di Orsi che così com’era successo in occasione della trasferta domenicale sul campo della Floriagafir, partono col piede sbagliato. Sono, invece, ben svegli i padroni di casa che impiegano solo sei minuti per sbloccare il risultato. Corner battuto corto per Solvi, bel dribbling da parte del numero dieci biancorosso, preciso cross verso il centro dell’area e puntuale stacco di testa di “Seba” Guidolin che anticipando i centrali difensivi castellani, fa secco Fabiani portando l’Isolotto in vantaggio. Non riescono a reagire i ragazzi di Orsi che al 15’ sono di nuovo sotto assedio. Bella l’idea dell’ex attaccante esterno della Lastrigiana Lorenzo Tontoli che tira fuori dal cilindro una stupenda magia. Il suo preciso assist libera Djumsiti tutto solo davanti a Fabiani; per il numero nove di casa è un gioco da ragazzi superare l’estremo castellano e portare il risultato sul due a zero. Un Isolotto che vola sulle ali dell’entusiasmo continua a far gioco e al 23’ guadagna un calcio piazzato alla battuta del quale si porta Guidolin. Il tracciante disegnato dall’ex centrale difensivo del Casellina non lascia scampo a Fabiani ed anche se manca ancora più di un’ora al termine del match, l’Isolotto ha virtualmente chiuso la pratica. Non è, invece, ancora terminata la prima frazione di gara che vede l’Isolotto andare in gol per la quarta volta grazie a Tontoli che da due passi fredda Fabiani che nulla può sulla sua conclusione ravvicinata. Neppure il riposo di metà gara serve al Castello per riordinare le idee. L’avvio della ripresa è, se possibile, ancor più devastante per la truppa di mister Orsi. Al 41’ Tontoli veste nuovamente alla perfezione i panni dell’uomo assist fornendo a Djumsiti un pallone che l’attaccante di Burgalassi traduce in gol grazie ad una stupenda rasoiata. Due minuti più tardi è Tontoli a firmare il punto del 6-0 approfittando di un errore in fase di disimpegno commesso da un difensore biancoverde. Il match ormai non ha più storia e l’Isolotto dilaga. Al 46’, sugli sviluppi di una palla inattiva, è l’incornata di Falahen a superare Fabiani portando il risultato sul momentaneo 7-0. Piove sul bagnato per il Castello che al 49’ resta in dieci a causa dell’espulsione rimediata da Carifi che protestando all’indirizzo dell’arbitro Andreoni, guadagna anzitempo la via degli spogliatoi. Gli ultimi due sigilli biancorossi sono griffati Molinaro. Il neo entrato prima guadagna e trasforma un calcio di rigore (64’) e poi sfrutta un bell’assist liberandosi a centro area e girando in rete da pochi passi il pallone del definitivo 9-0 (70’). Un altro paio di occasioni capitate sui piedi dello stesso Molinaro e di Marini ed una traversa di Falahen, mettono il punto esclamativo su una prestazione da incorniciare. E’, al contrario, una domenica tutta da dimenticare per il Castello che pur restando in corsa per la promozione al prossimo Girone di Merito, è chiamato ad un pronto riscatto fin dalla prossima sfida che lo vedrà impegnato fra le mura amiche con il Dicomano.

(191)

Leave a Reply