Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

ALLIEVI B – La zampata di Basilio stende il Belmonte! Altri tre punti importanti per la “Banda Orsi”!

  

 

ATLETICA CASTELLO – BELMONTE A. G. 1 – 0

ATLETICA CASTELLO: Fabiani, Manni, Bardazzi, Deli, Sottoscritti, Carifi, Schiavone, Tarlini, Santi, Basilio, Nudo.

A DISPOSIZIONE: Brinzaglia Filippo, Chiefa, Brinzaglia Alessio, Maestrelli, Rindi, Cardinali, Longhi, Longo.

ALLENATORE: Mario Orsi.

BELMONTE A. G.: Decani, Guidotti, Ciabatti, Franci, Peraldo, Nardi, Bonciani, Bonechi, Tacconi, Modesti, Conti.

A DISPOSIZIONE: Pratesi, Baecchi, Brocchi, Bellini, Peschi.

ALLENATORE: Sandro Pozzi.

ARBITRO: Marano’ di Firenze.

RETE: 25′ Basilio.

Torna a casa, torna a vincere e torna più che mai in corsa per la promozione nel Girone di Merito la “Banda Orsi”. Tiene fede come meglio non si potrebbe fare il Castello al suo altalenante andamento che confermandolo imbattibile fra le mura amiche del “Pontormo”, ne consolida una posizione di vertice solo leggermente intaccata dalla sconfitta subita una settimana fa sul campo di Cerreto Guidi. I biancoverdi giocano una gara in crescendo, faticando nel primo tempo al cospetto di un solido ed incisivo Belmonte ma legittimando poi il risicato vantaggio nella ripresa attraverso il gioco e costruendo tutta una serie di buone occasioni che se meglio sfruttate, avrebbero dato al risultato connotati ben più robusti. Ha giocato, invece, a corrente troppo alternata la compagine guidata da Sandro Pozzi. Il Belmonte ha sì interpretato il match in maniera solida e grintosa, latitando, però, in modo assai preoccupante sia in fase d’impostazione, sia in zona gol; ne sono testimoni le due grandi occasioni non sfruttate (una per tempo) che certo avrebbero potuto dare al match ben altri connotati. Merita, invece, in considerazione di quanto fatto vedere nell’arco degli ottanta minuti di gioco, il successo pieno la formazione castellana che nonostante qualche assenza di indubbio rilievo (Sicoli, Magherini, Campolmi e Alessio Brinzaglia) ha convinto sia sul piano dell’organizzazione dei reparti, sia su quello della manovra. Una vittoria doppiamente importante ai fini della classifica e che i ragazzi hanno voluto dedicare allo sfortunato compagno Giulio Maestrelli rimasto vittima, a cinque minuti dal termine, di un serio infortunio al ginocchio. Andiamo, però, con ordine riavvolgendo il film della partita e cominciando col dire che alla vigilia di questo delicato appuntamento, mister Orsi guarda a questa sfida con giustificata preoccupazione. Dopo la sconfitta di Cerreto Guidi la parola d’ordine è “ripartire” ma per farlo occorre tornare a calcare il sintetico amico di Via Del Pontormo con la ferma intenzione di disputare la partita perfetta. In occasione della gara d’andata giocata al “Pazzagli”, infatti, la solidità messa in mostra dal Belmonte è riuscita a mettere il bavaglio alle bocche da fuoco castellane. Le assenze sopracitate certamente non aiutano ma “Marione da Rifredi”, da gran condottiero qual è, non rinuncia alla battaglia schierando un undici molto robusto in fase difensiva e altrettanto solido in quella d’impostazione. Un meccanismo che nelle intenzioni tende a sfruttare al meglio, in fase offensiva, la buona combinazione messa sul piatto della bilancia dai due “Anto’ ”; la tecnica e la velocità di Nudo, unite alla fisicità di Basilio. Sandro Pozzi risponde puntando tutto sulle ripartenze e su un’ermetica cerniera di centrocampo posta dinanzi ad una retroguardia chiamata a tenere gli occhi ben aperti. La risultanza di questo scacchiere tattico è un primo tempo godibile sul piano del ritmo ma assai povero di emozioni. Il taccuino del cronista ne registra solo due che risulteranno, però, decisive ai fini del risultato. Dopo un primo quarto d’ora che vede entrambe le squadre dar vita ad una fase di vicendevole studio, al 16′ quello che resterà il primo ed unico squillo grassinese di tutta la prima frazione di gioco, mette i brividi alla retroguardia biancoverde. Dopo aver ricevuto palla sulla sinistra, Modesti fugge via in contropiede ed insinuatosi in area, lascia partire una velenosa rasoiata che dopo aver superato le mani protese di Fabiani, centra in pieno il montante destro della porta castellana. Il pericolo è ben lungi dall’essere scampato. La palla, infatti, torna in campo, dove è l’accorrente Bonechi il primo a raccoglierla. Il robusto centrocampista biancorosso fa a sua volta partire una battuta a rete di prima intenzione sulla quale è strepitoso Fabiani che gettandosi in tuffo sulla propria sinistra, la devia oltre la linea di fondo. Ben altri effetti sortisce la bella azione biancoverde che una decina di minuti più tardi, permette al Castello di sbloccare il risultato. Scocca sul cronometro il 25′ quando un bel lancio libera sulla corsia di sinistra la corsa di Sottoscritti che giunge sulla linea di fondo e taglia verso il centro un preciso traversone che raggiunge, all’altezza del secondo palo, il ben appostato Carifi. L’esterno destro ex Laurenziana, lasciato colpevolmente libero da marcature, dopo aver addomesticato la sfera dà dimostrazione di grande freddezza ed intelligenza tattica. Pur trovandosi a tu per tu con Decani, invece di tentare la battuta a rete, premia con un preciso tocco rasoterra l’accorrente Basilio che giunto a rimorchio dopo aver seguito lo sviluppo dell’azione, aggancia la sfera per poi scaricarla con chirurgica precisione nell’angolino basso alla destra del portiere grassinese. Anche se potrebbe sembrare un paradosso, il vantaggio biancoverde ha un effetto insolitamente “ritardante” per ciò che concerne gli equilibri del match. Per tutto il resto della prima frazione, infatti, entrambe le contendenti si annullano vicendevolmente nella zona centrale del campo non riuscendo più a creare seri grattacapi alle due retroguardie. E’, invece, nella fase iniziale della ripresa che s’inizia ad intravedere un cambio di rotta. Grazie all’ottimo lavoro svolto lungo le corsie laterali da Sottoscritti e Carifi, al cambio di passo in attacco da parte di Nudo ed al buon sostegno in mediana di Santi, Schiavone e Tarlini, la “Banda Orsi” suona tutta un’altra musica alzando il baricentro del gioco e creando tutta una serie di ottime occasioni. Al 48′ la combinazione fra Basilio e Nudo libera il numero undici a tu per tu con Decani. La sua battuta a rete a botta sicura sembra vincente ma strepitosa è la replica del numero uno grassinese che chiude brillantemente in tuffo respingendo la sfera con il corpo. Un minuto più tardi, lo stesso Nudo ci riprova, stavolta sfondando da destra. Al culmine di un’altra buona azione, però, la sua conclusione si perde di poco fuori. Soffre adesso la squadra di Pozzi che però, quando riesce a ripartire in contropiede, rischia seriamente di far male alla retroguardia biancoverde. Al 54′ un preciso innesco libera sulla destra Modesti che dopo essere entrato in area, apre troppo il compasso disegnando un rasoterra diagonale che si perde d’un soffio a lato del montante alla destra di Fabiani. Scampato il pericolo e tirato un grosso sospiro di sollievo, riprende a macinar gioco e a creare occasioni il Castello. Al 58′ sale per la prima volta sul palcoscenico del “Pontormo” un Sottoscritti che sembra recitare alla perfezione il ruolo di attaccante aggiunto. Il “quindici” biancoverde è bravo a liberarsi in area per poi indirizzare verso i pali difesi da Decani un preciso rasoterra che solo il legno di destra della porta biancorossa riesce a contenere. Orsi decide di dar nuova benzina all’attacco castellano inserendo il giovanissimo classe 2004 Andrea Longo ed è proprio lui a propiziare, al 65′, la manovra che porta nuovamente Sottoscritti ad un passo dal gol. Il profondo sganciamento sulla destra da parte del numero ventidue castellano,si traduce in un bel servizio in area che premia Sottoscritti. Il suo intervento di prima intenzione sotto misura sembra vincente; ci pensa ancora una volta un prodigioso Decani a negargli la gioia del raddoppio grazie ad una provvidenziale chiusura in tuffo che gli serve per abbassare la saracinesca in modo definitivo. Al 68′ Longo ci riprova ma stavolta è lui a tentare una conclusione personale che non ha, però, fortuna. Al 70′ un bel lancio in verticale innesca Nudo che dopo aver addomesticato molto bene la sfera ed essere entrato in area, al momento di coordinarsi per la battuta a rete, perde l’attimo fuggente facendosi chiudere la strada dall’estremo difensore ospite. Un minuto più tardi, il duello si rinnova grazie ad armi, però, ben diverse. Stavolta Nudo carica il cannone indirizzando verso i pali difesi da Decani un autentico siluro che pare destinato ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali alla sinistra del portiere. Il numero uno grassinese, però, non ci sta e dopo esser salito sulla catapulta, compie un gran balzo che gli permette, grazie ad un bel colpo di reni, di andare a togliere la palla da sotto la traversa guadagnando una meritatissima razione di applausi da parte dello sportivissimo pubblico presente sulla tribuna del “Pontormo”. Il match si trascina adesso verso la fine senza regalare altre emozioni. A due minuti dal termine, però, il tifo ed il pathos che accompagnano una gara che vive sul filo dell’equilibrio, lasciano il posto alla preoccupazione. Giulio Maestrelli va a terra nella zona centrale del campo. Bastano pochi secondo per rendersi conto che dev’essere accaduto qualcosa di serio. Il centrocampista esterno biancoverde, infatti, non riesce a rialzarsi ed osservandolo attentamente, si nota la sofferenza sul suo viso. Intervengono prontamente i sanitari biancoverdi che si rendono subito conto della gravità dell’infortunio. Maestrelli non può essere spostato a bordo campo e così, mentre viene chiamata l’ambulanza, l’arbitro Marano’ è costretto a sospendere la partita. Dopo una ventina di minuti d’attesa, i volontari del 118 portano il ragazzo fuori dal campo in barella fra gli scroscianti applausi del pubblico e gli incitamenti di compagni ed avversari. La partita riprende e dopo cinque minuti di recupero, il triplice fischio arbitrale sancisce il meritato e fondamentale successo biancoverde che fa il paio con quello, sempre per 1-0, ottenuto all’andata dalla truppa di Sandro Pozzi.

IN BOCCA AL LUPO, GIULIO!!

Auguri di pronta guarigione a Giulio Maestrelli che ha riportato un infortunio al ginocchio nella sfida contro il Belmonte. Forza Giulio, i tuoi compagni ti aspettano!

(46)

Leave a Reply