Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

Due giorni ospiti del Chievo: il viaggio dei Pulcini 2009

Due giorni indimenticabili, quelli che hanno trascorso i Pulcini 2009 ospiti del Chievo Verona (la nostra Società è affiliata al club professionistico) sabato 26 e domenica 27 gennaio. Gli allenamenti al centro sportivo “Bottagisio”, dove si allenano le giovanili del Chievo, l’albergo, il giro per la città di Verona, l’incontro a sorpresa coi giocatori della Fiorentina, lo stage formativo per gli istruttori, la partita tra Chievo e Fiorentina, il viaggio in pullman e tantissime altre emozioni. Questo il racconto del Responsabile Scuola Calcio, Alessandro Campolmi, con alcune foto dei due giorni: 

“Dopo due giorni vissuti intensamente con buona parte dei ragazzi del gruppo 2009 possiamo dire di aver un gruppo già amalgamato, che ha buone basi per crescere bene. A nome della Società, e mio personale, devo dire che è una soddisfazione portare a giro questi ragazzi educati, seri e già abbastanza autonomi, che ben rappresentano lo spirito dell’Atletica Castello. UN GRAZIE AGLI ISTRUTTORI, AI DIRIGENTI E AI GENITORI, sia a quelli che ci hanno accompagnato, che a tutti quelli che ci hanno accordato la loro fiducia e affidato i loro figli.

Due giorni pieni di tante cose, ne abbiamo fatte davvero tante, dal viaggio di sabato mattina presto attraversando l’appennino innevato e la pianura padana ghiacciata, pranzo tutti insieme al centro sportivo “Bottagisio” cuore del settore giovanile del Chievo Verona; allenamento con gli istruttori clivensi; albergo, cena, e poi una fuga a sorpresa organizzata dai dirigenti (tutti super .. super-presenti, super-disponibili .. super-attenti e disponibili in tutto) al ritiro della Fiorentina per 15 minuti di gioia ed adrenalina al cospetto dei loro “idoli gigliati” strappando autografi e selfi a non finire ..alle 23 eravamo già sulla testata giornalistica firenzeviola (https://www.firenzeviola.it/…/foto-fv-murielco-incontrano-d…)… TUTTI A LETTO nelle proprie camere da soli, in questo stage abbiamo una camera speciale quella delle due nostre calciatrici: Annaceleste e Matilde.

Poi la domenica, una sveglia impossibile alle 7:00, colazione e di nuovo viaggio in pullman; spogliatoio tutti insieme già a ridere e a scherzare. Felpe, maglie termiche, pantaloni termici, guanti, capello. Alle 9:00 già in campo, tutto bianco dal gelo; ma i nostri ragazzi, come fosse primavera, si allenano, ascoltano, provano esercizi nuovi, si danno battaglia nei duelli e nella partitella finale: per loro il freddo è solo una cosa da adulti. Poi di nuovo in pullman per lo stadio, pranzo a sacco, per essere a bordo campo a vedere il riscaldamento del Chievo ma soprattutto…della Fiorentina. Siamo a pochi metri dai loro idoli che solo poche ore prima ci hanno firmato autografi (qualcuno con gli autografi ci ha dormito pure)..un attimo ed inizia a NEVICARE!! Saliamo in tribuna per non bagnarci e vediamo la partita …novanta minuti.. sette reti .. cori .. gioia..cioccolata calda … pop-corn….freddo tanto freddo…poi in pullman per il ritorno a Firenze. Finalmente stremati dormiranno (???) in queste due ore mezzo di viaggio in pullman..da Verona….NEPPURE a pensarci sono lì (senza telefoni e giochi elettronici ) a parlare, a ridere.. a ricordare le tante cose fatte insieme!

Spero che adesso siano finalmente a dormire, qualcuno con gli autografi, ma soprattutto a metabolizzare due giorni intensi e speciali che potranno ricordare molto a lungo. Di nuovo grazie a tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita di due giorni di “stage”, alla società che crede in queste esperienze, gli istruttori, ai dirigenti ed ai genitori. Per me, che adesso ne ho fatti molti, nonostante la stanchezza, la tensione, è sempre una crescita personale, vedere i ragazzi ed i gruppi crescere”. 

 

(105)

Leave a Reply