Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

GIOVANISSIMI B – Masi e Garofalo sfatano il “tabù” San Lorenzo! Castello avanti tutta in cima alla classifica!!

   

 

ATLETICA CASTELLO – SAN LORENZO CAMPI GIOVANI 2 – 1

 

ATLETICA CASTELLO: Marsili, Baricci, Bassini, Frezzetti, Apostolo, Catanese, Ferrari Giulio, Salcedo, Gensini, Masi, Garofalo.

A DISPOSIZIONE: Betti, Farsoni, Secchi, Marini, Sgatti.

ALLENATORE: Alberto Rinieri.

SAN LORENZO CAMPI GIOVANI: Mazzoni, Badiani, Colangelo, Malfi, Penzo, D’Evangelista, Baldazzi, Marinozzi, Calvisi, Ferrari Gabriel, Brunelli.

A DISPOSIZIONE: Poggi, Ricci, Di Raffaele.

ALLENATORE: Luca Dini.

ARBITRO: Crescenzi di Firenze.

RETI: Brunelli, Masi, Garofalo.

 

E’ un importante esame di maturità quello che attende i ragazzi di Alberto Rinieri sul sintetico amico del “Pontormo”. Il Castello si ritrova, infatti, di fronte quella che sin qui è stata la sua autentica bestia nera. Che il San Lorenzo guidato da Luca Dini sia una squadra tecnicamente ben equipaggiata e tatticamente ben organizzata, lo si era già visto nella prima fase del campionato, durante la quale, in occasione dei due confronti diretti disputati a Castello prima e al “Parrocchiale” di Campi Bisenzio poi, erano sempre stati i giallo verdi ad avere la meglio. Reduci dal roboante successo ottenuto sul campo del Chianti Nord, i castellani si giocano dunque la possibilità, vincendo all’esordio nella seconda fase dinanzi al pubblico amico, di proseguire il proprio cammino a punteggio pieno in vetta alla classifica. Lo stesso obbiettivo anima, però, anche i campigiani che avendo riposato in occasione della prima giornata del Girone “O”, ci tengono ad esordire nel migliore dei modi strappando per la terza volta in stagione i tre punti ai rivali biancoverdi. E la vigilia sembra portatrice di buone novelle per la compagine ospite, poiché mister Rinieri è costretto ad affrontare questo difficile impegno con la rosa ridotta ai minimi termini. Le numerose assenze e la convocazione del portiere Tortelli e del centrattacco Lamtafah con la formazione Giovanissimi Regionali, impegnata in contemporanea sul campo di Bagno a Ripoli, costringono il tecnico biancoverde ad allestire una formazione d’emergenza, rimpolpata anche dagli innesti dei giovanissimi classe 2006 Betti, Marini e Sgatti. Può, invece, contare su tutti i suoi cavalli di razza mister Luca Dini che infatti, almeno nella fase iniziale del match, disegna uno schieramento molto solido che mette in difficoltà il Castello. E’ il San Lorenzo a spingere con maggior decisione ed a sbloccare il risultato grazie ad un insidioso tiro-cross dalla destra di Brunelli, con Marsili che suo malgrado è costretto a raccogliere la palla dal fondo della propria porta. Sorprende, però, in positivo la repentina reazione da parte dei ragazzi di Rinieri. Dopo essersi ottimamente riorganizzato, il Castello non solo riporta in equilibrio l’asse della partita ma dopo aver creato tutta una serie di buone occasioni, ristabilisce la parità anche sul piano del risultato. E’ Masi a prodursi in una delle sue travolgenti ed inarrestabili discese. Dopo aver recuperato palla sulla trequarti, il fantasista biancoverde entra in area di rigore, prende la mira e fulmina imparabilmente Mazzoni con una precisa conclusione che s’insacca alla sinistra del portiere. L’autentico doppio capolavoro, però, i padroni di casa lo portano a compimento nella seconda frazione di gara. Dopo essere ripartiti decisamente all’attacco, prima, sfruttando alla perfezione un corner molto ben battuto da Farsoni, ribaltano il risultato grazie al guizzo vincente di Alex Garofalo e poi resistono stoicamente ai tentativi di rimonta campigiana nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Catanese, reo di aver commesso un evidente fallo di reazione nei confronti del diretto avversario. Si conclude in gloria per i colori biancoverdi una domenica tutta da ricordare. Mettendo in mostra grande carattere e maturità, il Castello ricaccia nella tana la propria bestia nera continuando a guardare tutti dall’alto del primo meritatissimo gradino del podio.

(51)

Leave a Reply