Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

GIOVANISSIMI REGIONALI – Mai vendere la pelle degli….Orsi! Il castello è vivo sul campo di Bagno a Ripoli!!

  

 

BAGNO A RIPOLI – ATLETICA CASTELLO 1 -1

 

BAGNO A RIPOLI: Gazzetti, Liguori, Romano, Hasani, Picariello, Pinzauti, Casella, Poggiarelli, Kissel, Giorgelli, Sgobaro.

A DISPOSIZIONE: Scheggi, Pecori, Brestolani, Quercetani, Mugione, Donati.

ALLENATORE: Marco Chini.

ATLETICA CASTELLO: Orrei, Griffi, Molaro, Gimigliano, Nieri, Ciappi, Orsi, Giorgetti, Bertela’, Fiacchi, Cuscianna.

A DISPOSIZIONE: Tortelli, Nigro, Pini, De Santis, Matera, Lamtafah.

ALLENATORE: Marco Bolognesi.

ARBITRO: Giombarresi Sez. Valdarno.

RETI: Hasani, Orsi.

 

Un tempo per uno, un gol per uno, un punto per uno. Potremmo riassumere così, in maniera sin troppo semplicistica ma efficace, la sfida che è andata in scena sul sintetico dei “Ponti”, dove si affrontano una sorprendente compagine padrona di casa, alla ricerca dei tre punti che potrebbero mantenerla agganciata al treno che conduce in Coppa Toscana, ed un Castello reduce dal K. O. interno con il Santa Firmina e più che mai alla ricerca di un appiglio sicuro che lo aiuti a tirarsi fuori dalle acque limacciose del fondo classifica. E’ stato un match equilibrato e tatticamente ben interpretato da ambo le parti quello che al termine dei settanta minuti ha regalato una divisione della posta in gioco che poco o nulla cambia negli equilibri della classifica ma che molto incide sul piano del morale. Sembra più efficace, almeno nelle primissime fasi di gioco, l’aggressivo 4-2-3-1 disegnato da Marco Bolognesi sul tappeto verde di Via Roma. Ad avere la prima grossa opportunità sono, infatti, i biancoverdi ospiti, con Mirko Orsi che dopo essersi liberato in area, colpisce male con la punta del piede un pallone che Gazzetti neutralizza con irrisoria facilità. Scampato il pericolo, sono i ragazzi guidati da Marco Chini a prendere decisamente in mano le redini del gioco. Il solido 4-3-1-2 orchestrato sulla trequarti dall’ottimo Giorgelli, guadagna metri preziosi in fase d’impostazione mettendo in difficoltà un Castello che progressivamente sembra andare in palese affanno. Non funziona come dovrebbe la spinta fornita dagli esterni Bertela’ e Fiacchi e così è proprio il numero dieci ripolese a prendere in mano la bacchetta ed a dirigere con grande maestria l’orchestra giallo blu. Non c’è che dire; in questa fase il Bagno “suona” che è una bellezza. Peccato, però, che negli ultimi sedici metri vengano meno lucidità e “cattiveria”. Giorgelli, dopo essersi liberato grazie ad una ubriacante serpentina, si vede ribattuta da un avversario la conclusione a botta sicura. Tocca poi a Sgobaro sciupare una ghiottissima opportunità calciando di poco fuori, dopo essersi presentato a tu per tu con Orrei, il pallone del possibile vantaggio. Pochi minuti più tardi, lo stesso Sgobaro è anche sfortunato; la sua conclusione a rete è, infatti, respinta sulla linea da un difensore biancoverde. Un Castello sempre più in difficoltà, capitola definitivamente al 26’ quando Hasani, lasciato colpevolmente solo nel cuore dell’area di rigore ospite, ha tutto il tempo per saltare di testa e piazzare la palla alle spalle di Orrei. I ragazzi di Chini insistono e poco prima del termine della prima frazione di gioco, Giorgelli va vicino al raddoppio calciando do poco sopra l’incrocio dei pali un calcio piazzato da buona posizione. Durante l’intervallo, nel chiuso dello spogliatoio, Marco Bolognesi si fa sentire e le sue parole hanno un effetto benefico su un Castello che approccia in maniera totalmente differente la seconda parte di gara. La ritrovata aggressività dei biancoverdi sorprende i padroni di casa che adesso sono costretti ad arretrare il raggio della propria azione. Il buon pressing operato dagli ospiti comincia a sortire gli effetti desiderati ed una difesa ripolese sin qui molto ben organizzata, si fa sorprendere da un’incursione di Cuscianna sulla cui puntata offensiva, commette un grossolano errore il portiere Gazzetti che esce incontro alla sfera ma nel tentativo di rinviarla con i piedi, la sbuccia clamorosamente favorendo l’inserimento di Orsi che dopo averla raccolta, prende la mira e giocando di sponda col palo della porta giallo blu, riporta il Castello in parità. Gli innesti di Pini, Nigro e Matera al posto di Griffi, Molaro e Nieri danno nuova solidità al reparto arretrato ed aumentano la densità a centrocampo consentendo al Castello non solo di portare a casa un risultato prezioso ma di andare vicinissimo al colpo gobbo grazie a Giorgetti che mancando d’un soffio la deviazione volante sugli sviluppi di un preciso traversone dalla destra di Orsi, fa tirare ai sostenitori del Bagno un grosso sospiro di sollievo. Al termine di settanta minuti tirati e combattuti, le due squadre rientrano negli spogliatoi portandosi in dote un pizzico di rammarico ripensando ad alcune grosse opportunità non sfruttate a dovere. Sono, però, i ragazzi di Bolognesi a tornare a casa maggiormente soddisfatti. La grande reazione messa in mostra dai suoi ragazzi dopo lo svantaggio subito, lascia ben sperare in vista della “sfida verità” che fra sette giorni li vedrà affrontare in casa l’Isolotto. A Bagno a Ripoli, invece, sono ancora tutti lì a chiedersi cosa sarebbe accaduto se le tante opportunità costruite nel corso del primo tempo fossero state sfruttate a dovere. Certo, a quest’ora, saremmo qui a raccontare tutta un’altra storia. Questo, nel bene e nel male, è il calcio….

(72)

Leave a Reply