Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

PRIMA CATEGORIA: PAREGGIO AMARO CONTRO TEMPIO CHIAZZANO

Per la sesta giornata del campionato di Prima Categoria il Castello fa visita al Tempio Chiazzano, attualmente solitaria al quarto posto con 10 punti. Batistoni assente per l’espulsione rimediata contro il Casalguidi affida a Megli il compito di riportare alla vittoria i biancoverdi dopo una sconfitta e un pareggio nelle ultime due gare. Mister Megli è costretto a rinunciare a due importanti pilastri del centrocampo come Bianchi e Erodiani e sceglie: Fanetti, Nocenzi, D’Amico, Cloetta, Focardi, Bruni, Manzani, Picchioni, Calvani, Silvestri, De Tellis. A partire meglio sono i padroni di casa che sfiorano il gol dopo 4′: parata estrema di Fanetti che nega il gol con un guizzo sulla linea di porta. Da palla inattiva arriva anche il primo squillo biancoverde: Cloetta colpisce di testa a botta sicura ma è ancora un miracolo dell’estremo difensore, in questa situazione Bindi, che “strozza l’urlo in gola” agli ospiti; sulla respinta, sempre Cloetta, colpisce la traversa. Sono passati appena 10′ ma la partita è più che mai interessante. Castello che impone il suo gioco e che va vicino al gol in due occasioni: la prima con Bruni che però alza troppo la mira spedendo alto il pallone, la seconda, più clamorosa, con De Tellis che di testa colpisce il palo a Bindi battuto. Finiscono così i primi 45′, 0-0 ma partita intensa e giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. In apertura di secondo tempo i biancoverdi passano in vantaggio con De Tellis: azione in solitaria di Silvestri che “semina il panico” nella metà campo dei padroni di casa, lasciandosi alle spalle tre avversari arriva sul fondo e crossa per il numero 9 che da pochi passi non sbaglia il tap-in di testa. 1-0 ! Il Castello comincia a gestire il pallone lasciando i soli Silvestri e De Tellis a “fare la guerra” contro i difensori del Tempio Chiazzano. I minuti scorrono e l’arrembaggio dei padroni di casa si fa man mano sempre più insistente: all’80° super parata di Fanetti, oggi in modalità pigliatutto, che respinge in due tempi due conclusioni ravvicinate di Lullo e Bugelli entrati nella ripresa. Ma proprio quando i biancoverdi sentono l’odore dei tre punti arriva la beffa finale. E’ il minuto 92 quando Massaro si incarica di battere la punizione dal limite dell’area fischiata dal direttore di gara. Barriera foltissima per Fanetti, ma la traiettoria disegnata dal numero 10 della formazione di casa è perfetta e non lascia scampo al fino ad allora impeccabile portiere biancoverde.

Finisce dunque 1-1 una partita affascinante ricca di occasioni, che però lascia l’amaro in bocca agli ospiti per il pareggio, agguantato nel finale dalla squadra di casa.

(67)

Leave a Reply