Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

Scuola Calcio: obiettivi, programmazione e metodologia per la stagione 2016/2017

NuovoLogoCastello2015SCUOLA CALCIO – ASD Atletica  Castello ……….

E’ tutto pronto per l’inizio della nuova annata calcistica 2016/17 della Scuola Calcio ASD Atletica Castello. Una stagione piena di novità e con una programmazione davvero importante. La scuola calcio è stata riorganizzata, con nuovi istruttori e novità rilevanti in particolare sui programmi e sulla metodologia che saranno utilizzate da tutte le squadre bianco verdi.

Un lavoro partito da lontano, dopo che con la realizzazione del nuovo impianto del Pontormo nel 2015 si era conclusa la ri-organizzazione delle strutture. Adesso abbiamo dato il via allo sviluppo della parte tecnica,fissando gli obiettivi che erano stati già analizzati la scorsa estate.
Ma facciamo ordine…

IMPIANTI – Oggi possiamo dire di avere tre impianti di primo livello nel territorio fiorentino per sviluppare i nostri programmi a lungo termine. Impianti che si trovano ubicati in un territorio privilegiato, a ridosso di Monte Morello e immerso nel verde delle Ville Medicee riconosciute patrimonio Universale dell’Unesco che conferisce maggiore valore e prestigio alla società. Il nuovo campo da gioco in sintetico di ultima generazione del Pontormo, per i dirigenti bianco verdi che hanno investito circa 500.000 euro, rappresenta il futuro per tutti i bambini e i ragazzi del quartiere 5; i campini in sintetico immersi nel parco della sede sociale (in via Reginaldo Giuliani) e infine la Palestra, tra le più grandi e funzionali tra chi svolge scuola calcio a Firenze. Tutte insieme consentono di poter strutturare e lavorare nella scuola calcio con una prospettiva futura davvero soddisfacente.

OBIETTIVIGli obiettivi sono incentrati nella qualificazione tecnica di tutte le squadre, un lavoro

Campolmi Alessandro

Campolmi Alessandro

ambizioso ma condiviso da tutti i settori dalla prima squadra al settore giovanile fino alla scuola calcio. “Dallo scorso anno – dichiara il Responsabile Scuola Calcio Alessandro Campolmi – la società è cambiata notevolmente soprattutto in questo settore, anche se a Castello abbiamo sempre puntato sui piccoli giocatori. Ma dopo tanti anni – continua Campolmi – ho visto un cambiamento interno notevole, che ha dato peso alle linee guida sulle quali lavoravo da tempo. Ovviamente il campo nuovo ha posto le basi per programmare il nostro futuro e stimolare tutto l’ambiente. Si sa che i cambiamenti portano novità: l’obiettivo di migliorare la parte tecnica incide molto sulle risorse, in particolare su quelle umane. Molti si sono sentiti messi in discussione, io invece ho cercato con calma di mantenere i vecchi istruttori bianco verdi e allo stesso tempo cercare di inserirne di nuovi. Preso atto della necessità di rinnovare la scuola Calcio, c’è bisogno che tutti si rimettano in gioco, compreso me,  perché le nuove sfide consentono anche di rinnovarsi dentro e per il nostro ruolo di “insegnanti” questo è indispensabile. Molti punti della programmazione sono volti alla qualificazione dei tecnici (formazione interna, stage e corsi specifici, ecc…) al fine di avere ricadute dirette sugli atleti. Molti Istruttori sono rimasti, altri hanno scelto strade diverse: a questi ultimi rivolgo un ringraziamento per il lavoro svolto da noi. Abbiamo 7 ani di scuola calcio, più della durata della scuola elementare: un bambino cresce con noi e vogliamo svolgere il nostro lavoro al meglio assicurando una crescita nei tempi giusti e rispettando le fasi evolutive dell’atleta”.

PROGRAMMAZIONE e METODOLOGIALe sette squadre avranno una programmazione unica,

Campi in sintetico

Campi in sintetico

questo vuol dire che chi viene a Castello avrà un percorso strutturato dai primi calci agli esordienti, dai 6 anni ai 12 anni. Un programma condiviso da tutti gli istruttori che hanno scelto Castello, per questo abbiamo individuato per ogni categoria gli obiettivi da sviluppare sia per l’area cognitiva che per quella motoria, tecnica e tattica. Così come la metodologia d’insegnamento degli istruttori sarà unica. Al centro del lavoro c’è il bambino. L’allenatore dovrà avere una grande sensibilità nel condizionare positivamente ogni singolo giovane calciatore facendolo diventare protagonista attivo in grado di esprimere ed interpretare in modo autonomo il gioco. Tutte le attività devono essere ludiche e fantasiose. Tutte le attività devono essere modulate sulla base dell’età del giocatore.

Gli istruttori hanno condiviso scelte importanti, sia nel lavoro degli allenamenti che su quello delle partite e lavoreremo per avere prestazioni positive e non risultati positivi. Chi lavora ancora così non farà parte della nostra scuola calcio, sia che si parli di istruttori o di genitori. Siamo disposti a perdere pezzi importanti, ma chi sceglie Castello adesso o nel futuro deve credere nella nostra metodologia. Sappiamo tutti come vincere le partite a 5,  7 o 9 ma a Castello la società vuole vedere la crescita di ogni giocatore e della squadra sotto tutti gli aspetti. Per questo crediamo che la partita sia una componente della formazione, non solo l’allenamento: pertanto gli atleti saranno sempre convocati, premettendo la presenza costante ai due allenamenti settimanali e l’impegno dimostrato durante la settimana. Abbiamo preso impegni importanti per far giocare tutti, iscrivendo molte squadre ai campionati d per questo vorremmo dalle famiglie e dai giocatori rispetto e collaborazione. Le nostre squadre ripartiranno senza il rilancio del portiere, concederemo il primo passaggio, tutti i giocatori proveranno tutti  i ruoli, non dovranno contraddire il tutor o l’arbitro.

Puntiamo molto sul comportamento dei nostri giocatori, per questo abbiamo scelto tecnici e dirigenti seri e motivati, come peraltro chiediamo ai genitori altrettanto rispetto sugli spalti, sia agli allenamenti che alle partite.

Palestra

Palestra

Per questo da alcuni anni abbiamo un Regolamento della Scuola Calcioche ogni genitori firma, oltre al tesseramento, per poter iscrivere il figlio da noi.Per le due squadre più piccole abbiamo inserito un altro insegnate ISEF, oltre a Paolo Balloni che seguiva già lo scorso anno il 2009 e 2010. Questo al fine di sviluppare e completare la formazione motoriadel bambino dagli schemi posturali, agli schemi motori e a tutte le capacità coordinative generali e specifiche. Per i tre gruppi dei pulcini abbiamo inserito la multisportività: ogni mese avremo una lezione di uno sport diverso. Abbiamo già iniziato lo scorso anno con i pulcini del 1° anno, quest’anno sarà ampliata al 2008, 2007 e 2006 e gli sport saranno rugby, ginnastica ritmica, calcio a 5, judo.. Crediamo che ogni sport possa migliorare la prestazione e così ogni ragazzo potrà conoscere altre attività e ampliare il proprio bagaglio motorio.

E’ una programmazione completa e a lungo termine che punta molto sulla qualificazione dei tecnici al fine di migliorare i ragazzi che vengano a Castello, per dare il meglio per la formazione dei giocatori.

CAMPOLMI ALESSANDRO
( Responsabile Scuola Calcio ASD Atletica Castello )

(1370)

Leave a Reply