Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

SECONDA CATEGORIA – Castello mormorò; “Non passa il Casellina”! La truppa di Batistoni vede avvicinarsi la vetta!!

   

 

ATLETICA CASTELLO – CASELLINA 4 – 1

 

ATLETICA CASTELLO: Aiazzi, Nocenzi, D’Amico (84’ Buratti), Orsini (78’ Picchioni), Mattolini, Focardi, Erodiani (93’ De Leonardis), Bruni, Fedi (75’ De Tellis), Calvani, Pucci (62’ MugellI).

A DISPOSIZIONE: Mosconi, Crescioli, Matucci, Verdorale.

ALLENATORE: Michele Batistoni.

CASELLINA: Mazzuoli, Gorini, Fancelli (78’ Mannucci), Rinaldi (62’ D’Agnone), Petreni (75’ Esposito), Margheri, Rossi (59’ Parlatore), Ramalli (62’ Cipriani), Lotti, Zefi, Da Silva.

A DISPOSIZIONE: Baldi, Salpietro, Ristori, Tortelli.

ALLENATORE: Valter Ballini.

ARBITRO: Sordi di Firenze.

RETI: 6’ e 20’ Pucci, 75’ Fedi, 82’ Bruni, 92’ Lotti.

ESPULSO: Gorini al 78′ per doppia ammonizione.

 

Il sintetico del “Pontormo” si conferma fortino finora inespugnabile per qualunque avversario. E il quinto successo in altrettanti incontri disputati dalla truppa guidata da Michele Batistoni davanti al pubblico amico, ha un significato ancor più profondo, poiché giunto al termine di una domenica che ha visto la capolista San Giusto Le Bagnese bloccata sul risultato di parità da un generoso Daytona. Adesso, dunque, la vetta dista solo quattro lunghezze ed in virtù della grande autorevolezza con la quale il Castello si è imposto nei confronti di un Casellina potenzialmente molto insidioso, vien da pensare che l’impresa è, oggi più che mai, alla portata dei ragazzi di Via Reginaldo Giuliani. Lo scintillante avvio di partita consente ai biancoverdi di far subito comprendere agli avversari di che pasta è fatto il Castello quando veste i panni del perfetto padrone di casa; accogliente, sì ma non certo remissivo. Corre sul cronometro il sesto minuto quando Bruni premia il puntuale inserimento offensivo di Pucci grazie ad un calibratissimo lancio che consente al numero nove in maglia verde di controllare abilmente il pallone in piena area, freddare Mazzuoli e regalare ai suoi il punto che sblocca il risultato. Il Castello prende, dunque, subito in mano le redini del gioco tornando a far molto male alla retroguardia scandiccese allo scoccare del 20’. Fedi è bravo a trovare un varco per battere a rete ma un difensore biancorosso lo è altrettanto nel frapporglisi con il corpo e respingere la sfera. Il più lesto a raccoglierla è, però, ancora una volta lo scatenato Pucci per il quale non è difficile ribadire in gol il più classico dei tap in vincenti. I biancoverdi chiudono così meritatamente la prima frazione in vantaggio di due gol ma un Casellina mai domo prova a reagire andando ad un passo dal gol che avrebbe potuto riaprire la contesa. Al 50’ la grande conclusione dai trenta metri proposta da Lotti, trova l’opposizione del montante della porta castellana che salva Aiazzi da una sicura capitolazione. La replica biancoverde si concretizza al 67’ quando una ficcante e veloce ripartenza orchestrata alla perfezione dal duo Pucci – Fedi, è frustrata da un provvidenziale intervento di Mazzuoli. Il numero nove biancoverde si rifà con gli interessi al 75’ quando, poco prima di lasciare il posto a Marco De Tellis, supera per la terza volta Mazzuoli sfruttando al meglio una punizione calciata da Mugelli. Al 78’ piove sul bagnato per mister Ballini. L’ex difensore di Sporting Arno e Lastrigiana Lorenzo Gorini rimedia, infatti, il secondo cartellino giallo che costringe il Casellina a giocare gli ultimi spiccioli di partita in inferiorità numerica. Il quarto sigillo di Bruni su calcio di punizione (82’) fa calare definitivamente il sipario su un match dal destino ormai segnato e solo a salvare l’onore serve il punto della bandiera realizzato da Lotti in pieno recupero. Il volo biancoverde sopra i tetti dell’alta classifica, prosegue ad ali spiegate ed il robusto successo ottenuto, ridimensiona le ambizioni di primato di un Casellina costretto adesso a dividere il terzo gradino del podio con l’Isolotto di Fabio Ferrari, a sua volta capace di espugnare il sempre ostico terreno della Virtus Laurenziana.

(138)

Leave a Reply