Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

SECONDA CATEGORIA – Castello sempre più in “zona champions”. Battuto anche lo United!!

   

 

ATLETICA CASTELLO – POGGIO UNITED 2 – 1

 

ATLETICA CASTELLO: Aiazzi, Nocenzi (62’ D’Amico), Matucci, Bianchi, Mattolini, Focardi, Erodiani (70’ Biagi), Bruni, De Tellis (75’ Fedi), Calvani, Mugelli (90’ Pucci).

A DISPOSIZIONE: Albertini, Crescioli, Buratti, Picchioni, Boschi.

ALLENATORE: Michele Batistoni.

POGGIO UNITED: Signorini, Martelli (87’ Mazzei), Maggio (46’ Parretti), Pedini (64’ Orlandini), Campani, Guazzini, Boccini (75’ Gori), Sgarbanti, Pirrozzi, Franceschini, Carradori.

A DISPOSIZIONE: Pasqualetti, Acciaioli, Gungui.

ALLENATORE: Valerio Desideri.

ARBITRO:  Nebiraj Sez. Valdarno.

RETI: 14’ De Tellis, 67’ Calvani, 77’ Carradori.

ESPULSO: Campani al 92’ per gioco falloso.

 

Non si faccia ingannare il lettore occasionale dai freddi numeri proposti dalla classifica del Girone D alla vigilia del confronto che sul sintetico del “Pontormo”, mette di fronte i ragazzi di Michele Batistoni alla formazione medicea che…più “medicea” di così non si può; il Poggio United. Certo, i biancoverdi padroni di casa, dopo il pesantissimo stop patito in coppa sul campo dell’Isolotto, sembrano aver ripreso a pieni giri la marcia nei quartieri alti del torneo. Sono, però, ben consci i castellani del fatto che anche la formazione guidata dall’ex tecnico dell’altro “Poggio” Valerio Desideri, è compagine tutt’altro che da sottovalutare.

 

Anche le motivazioni che animano gli azzurri ospiti sono di tutto rispetto. Franceschini e compagni sono, infatti, alla ricerca di quel primo successo stagionale che avrebbe l’effetto di un potente detonatore su una classifica ancora piuttosto asfittica ed ottenerlo sul campo di una delle formazioni dimostratasi sin qui fra le più in forma del plotone ne raddoppierebbe il valore non tanto per i punti conquistati (quelli son sempre tre…) quanto, semmai, per le ripercussioni che potrebbe avere sul morale di entrambe le contendenti.

 

Il Castello, è bene ricordarlo, non ha ancora subito reti e riuscire per primi a violare i pali difesi da Aiazzi rappresenterebbe, a suo modo, una piccola impresa. Ben consapevole di possedere, in questo periodo della stagione, una marcia in più, il team di Michele Batistoni parte, come suo solito, molto forte cercando d’imporre agli avversari un fattore campo che spesso si rivela determinante e bastano appena sette minuti ai biancoverdi per far registrare sul nostro taccuino la prima opportunità di giornata. De Tellis è bravo ad incunearsi in area ma al momento di tentare la battuta a rete è toccato irregolarmente da un difensore mediceo che lo mette a terra. Il rigore sembra “solare” ma dello stesso avviso non è Nebiraj che commettendo un chiaro errore di valutazione, lascia proseguire il gioco fra le più che giustificate proteste dei sostenitori castellani.

 

Il bomber di scuola Rifredi si rifà con gli interessi sette minuti più tardi quando, servito stupendamente da un’illuminante verticalizzazione di Bianchi, supera Signorini depositando in fondo al sacco il pallone del vantaggio. Il primo quarto d’ora di gioco vede i ragazzi di Desideri interpretare il match con grande sofferenza. Il pressing e la velocità degli avanti biancoverdi mette in seria difficoltà il reparto arretrato mediceo che dopo appena un minuto dal punto realizzato da De Tellis, rischia di subire il raddoppio. I “Batistoni Boys” accendono la fotocopiatrice ma stavolta è Mugelli a sorprendere i difensori avversari che si fanno nuovamente trovare impreparati sugli sviluppi di una ficcante verticalizzazione. A differenza di quanto fatto prima dal compagno di reparto, il numero undici biancoverde si fa anticipare dal prepotente ritorno di un avversario che ben posizionato a due passi dalla linea di porta, sventa la minaccia a Signorini ormai battuto.

 

Superato questo primo momento di grande impasse che avrebbe potuto già indirizzare i tre punti verso la vicina sede di Via Reginaldo Giuliani, anche i ragazzi di Desideri riescono finalmente a rialzare la testa e cosa ancor più importante, il baricentro della propria manovra. Al 38’ è la traversa della porta difesa da Aiazzi a tremare in occasione della bella conclusione dalla media distanza proposta da Guazzini; il portiere castellano si fa poi trovare attento sul successivo rimbalzo in campo della palla bloccandola in presa sicura. L’inviolabilità dei pali biancoverdi è ancora al sicuro ma che brividi in questa occasione per la retroguardia di casa!!

 

La ripresa si apre ancora sotto il segno dello United che si fa vedere pericolosamente dalle parti di Aiazzi allo scoccare del 55’ quando l’ex attaccante dello Sporting Arno Franceschini indirizza a rete un’insidiosa conclusione che non sorprende però il numero uno castellano, bravo a controllare un pallone di non agile lettura. Nei minuti successivi il Castello controlla piuttosto agevolmente le puntate offensive medicee ripartendo a sua volta alla ricerca del raddoppio che giunge al 67’. De Tellis si produce in una bella iniziativa personale che si conclude con un delizioso traversone che premia il puntuale inserimento di Calvani. Il “dieci” biancoverde è implacabile e spingendo in rete da pochi passi il pallone che vale il 2-0, pone le basi per il successo finale. Lo United non ci sta e al 77’ conquista un calcio piazzato da posizione interessante alla cui battuta si porta Carradori. Il tentativo di trasformazione da parte dell’ex attaccante del Poggio a Caiano non sembra dei più efficaci ma un’involontaria deviazione della barriera spiazza Aiazzi rompendo così il tabù dell’inviolabilità dei pali biancoverdi che durava dall’inizio del campionato.

 

Lo United ha così battuto un piccolo record ma adesso occorre provare a gettarsi in avanti alla ricerca del pareggio. All’85’ sono però ancora una volta i padroni di casa a farsi pericolosi con Bianchi sulla cui potente e precisa battuta a rete, Signorini risponde da par suo salvando la propria porta grazie a un bell’intervento. All’89’ Bianchi ci riprova ma stavolta al sua violenta staffilata dalla distanza trova la provvidenziale opposizione da parte di un difensore che respinge con il corpo.

 

In pieno recupero lo United rimane in dieci uomini. Campani è costretto alla “volata di sacrificio” sul lanciatissimo Fedi ed il suo classico fallo da ultimo uomo è inevitabilmente punito da Nebiraj con il rosso diretto. Al termine di un match comunque molto tirato e combattuto, poco importa ai ragazzi di Batistoni se per la prima volta in stagione il pallone ha gonfiato la rete di Aiazzi. Un inarrestabile Castello continua la marcia a punteggio pieno in vetta alla classifica a braccetto con il San Giusto Le Bagnese che ha espugnato con un secco 3-0 il difficile terreno di Settimello. Un “idillio sportivo”, quello fra biancoverdi e giallo rossi, che potrebbe durare appena una settimana. Domenica prossima, infatti, sullo storico campo di Via Pablo Neruda di Scandicci, andrà in scena il primo big match della stagione al termine del quale sapremo se i due “amanti” avranno deciso d’interrompere prematuramente la loro relazione.

 

Pur avendo disputato un match di buona qualità, ai ragazzi di Valerio Desideri è mancato ancora una volta quel qualcosa in più che avrebbe loro permesso di portare a casa i primi tre punti di una stagione comunque ancora molto lunga. Dall’alba al tramonto c n’è tanta di strada da fare e siamo certi che da qui a fine giornata lo United, di chilometri, ne avrà macinati parecchi.

(132)

Leave a Reply