Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

SECONDA CATEGORIA – Il Castello scala il Poggio e non perde la….”testa”!!

   

 

ATLETICA CASTELLO – POGGIO A CAIANO 3 – 2

 

ATLETICA CASTELLO: Aiazzi, Nocenzi, Matucci, Bianchi, Mattolini, D’Amico, Erodiani (80’ Agonigi), Bruni, Fedi, Mugelli, Pucci (80’ Orsini).

A DISPOSIZIONE: Albertini, Biagi, Picchioni, Boschi, Fantechi, Ferri, Verdorale.

ALLENATORE: Michele Batistoni (squalificato). IN PANCHINA: Gianni Bonini.

POGGIO A CAIANO: Loi, Pierini (72’ Cardone), De Negri (72’ Magelli), Maurizi (82’ Poggi), Parretti, Conti, Moretti, Cellerini, Nieri, Constantin, Miedico (50’ Ferraro).

A DISPOSIZIONE: Lenzi, Moccia, Santini.

ALLENATORE: Rocco Tammaro.

ARBITRO: Bouabid di Lucca.

RETI: 32’ rigore Maurizi, 54’ Fedi, 60’ D’Amico, 62’ rigore Mugelli, 75’ Ferraro.

ESPULSI: Moretti al 62’, Nocenzi all’81’, Parretti al 90’ e Conti al 94’.

 

Il sedicesimo successo stagionale ottenuto dai ragazzi di Michele Batistoni, giunge al termine di un match difficile, tiratissimo, appassionante ed anche un po’ nervoso che se da un lato ha visto un solido Castello mantenere saldamente in pugno lo scettro di leader del Girone D, dall’altro ha fatto apprezzare, nonostante la sconfitta, un Poggio mai arrendevole e tradito di un momento di black out totale che nella fase iniziale della ripresa ha permesso ai padroni di casa di scatenare tutto il loro potenziale offensivo. Parte bene la squadra di Batistoni che al 14’ si rende pericolosa grazie a una bella combinazione che vede protagonisti Fedi ed Erodiani, che costringe l’esperto Loi ad un impegnativo intervento. La squadra di Tammaro, comunque, dimostra subito di essere in partita e al 32’ tocca ad Aiazzi fermare con le cattive all’interno della propria area di rigore il  lanciatissimo Constantin. Per Bouabid non ci sono dubbi; è calcio di rigore. E dal dischetto lo specialista Maurizi non sbaglia portando il Poggio in vantaggio. Il Castello reagisce da par suo ma al 40’ la conclusione di Pucci è respinta dalla traversa. Gli ospiti chiudono così in vantaggio la prima frazione di gioco ma ad inizio ripresa, complice la pressione esercitata dai biancoverdi, la difesa medicea va letteralmente in tilt. Al 52’ la battuta a rete da venticinque metri proposta da Mugelli trova ancora pronto all’intervento l’estremo di scuola Lanciotto Campi Loi ma due minuti più tardi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è Fedi ad anticipare tutti ed a mettere in rete il pallone del pareggio. I ragazzi di Tammaro accusano il colpo in maniera evidente e al 60’, sempre sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, è D’Amico a beffare l’intera retroguardia bianco azzurra ed a permettere al Castello di operare il sorpasso. Nonostante siano ancora pienamente in partita, i medicei non riescono a riorganizzare il proprio gioco e due minuti più tardi, la difesa poggese decide di cucinare una terza frittata che stavolta vale addirittura doppio. Pierini commette un evidente fallo di mano in area inducendo l’arbitro Bouabid a concedere il secondo rigore di giornata. Fioccano, nell’occasione, le potreste dei giocatori ospiti ed a farne le spese è Moretti che viene cacciato dal campo. Sul dischetto degli undici metri si porta Mugelli che non sbaglia portando il parziale sul tre a uno. Nonostante il doppio svantaggio, stavolta è lodevole la reazione degli uomini di Tammaro che nonostante l’inferiorità numerica, trovano il modo di rientrare in partita grazie alla rete realizzata al 75’ dal neo entrato Ferraro. Il vento sembra poter cambiare direzione negli ultimi minuti di gara. All’81’, infatti, anche Nocenzi si vede sventolare sotto il naso il cartellino rosso. La ristabilita parità numerica, però, non è sfruttata a dovere dalla compagine medicea e all’84’, l’ultima grande occasione degna di nota, è ancora di marca castellana, con Bianchi che timbra la seconda traversa di giornata. Un convulso finale costa carissimo al Poggio che fra il 90’ e il 94’ si vede comminare prima l’espulsione di Parretti e poi quella di Conti. Una tripla inferiorità numerica che non influisce direttamente su questo match ma che avrà pesanti strascichi in sede di giustizia sportiva. Prosegue, dunque, a vele spiegate la navigazione del Castello in vetta alla classifica. Il duello con il San Giusto Le Bagnese, a sua volta vittorioso sul campo dei Giovani Rossoneri per 3-2, continua ma almeno per il momento, è sempre la prua biancoverde a guidare la flotta!

(85)

Leave a Reply